Wörterbuchnetz
Lessico Etimologico Italiano Bibliographische AngabenLogo adwmz
 
activus bis actuosus (Bd. 1, Sp. 484 bis 496)
Abschnitt zurück Abschnitt vor
Artikelverweis activus 'attivo'
  
 
  II.1. It. attivo agg. 'che determina l'azione;
  che produce, creativo, operativo, formativo' (dal
30 1319, EncDant.; TB; B; DD), gen. ~ Casaccia,
  mugg. atíf Cavalli 136; it. attivo agg. 'che ha la
  capacità di operare, che agisce; operoso, pronto,
  risoluto all'opera' (dal 1321, Dante, B; TB; DD),
  gen.a. (mente) ativa (sec. XIV, AnonimoCocito;
35 Parodi,AGI 15,48), gen. attivo Casaccia, lig.or.
  (Val Graveglia) atvu Plomteux, atīu ib., vogher.
  atíiv Maragliano, parm. ativ Malaspina, rover.
  attif Azzolini; sic. attivu 'solerte, diligente, preci-
  so' Piccitto; it.a. attivo 'che si riferisce alla vita
40 pratica' (ante 1563, Gelli, B); it.a. ~ 'che esercita
  una funzione autonoma, che agisce liberamente,
  svolgendo una sua azione creativa e innovativa'
  (1585, Bruno, B); it. ~ 'carattere del verbo che
  indica un'azione' (dal 1400 ca., Sacchetti, B;
45 AlbertiGrammGrayson; DD), gen. ~ Casaccia; it.
  ~ 'che presenta profitti, vantaggi economici' (ante
  1712, Magalotti, TB; dal 1865, TB; Acc. 1941;
  B; DD); ~ 'di elemento o composto che presenti
  una capacità di reazioni superiori al normale' (dal
50 1893, Rigutini-Fanfani; B; DD); ~ 'detto di un
  vulcano, in fase di eruzione' (dal 1895, Garollo,
  DELI; B; DD); ~ 'che è segno di energia nell'agi-
  re, nell'operare; che nasce da prontezza risoluta
  nell'azione' (dal 1934, Palazzeschi, B; DD); ~

[Bd. 1, Sp. 485]

  'chi, nei rapporti omosessuali, esercita la funzione
  del maschio' (dal 1891, G.Maschka, DELI; B).
  
 
  Sintagmi e locuzioni: it. vita attiva (opposto a
5 vita contemplativa) 'vita dedita all'azione, al
  lavoro' (dalla seconda metà del sec. XIII, Tesoro
  volg., B; TB; Acc. 1941; DD), gen. vitta attiva
  Casaccia; it. virtù attiva 'quella virtù che regge la
  vita pratica, esprimendo le norme etiche del
10 comportamento e dell'agire' (seconda metà del
  sec. XIII, Tesoro volg., B; ante 1492, Lorenzo-
  Medici, B — Rigutini-Fanfani 1893; TB), it.a.
  virtute attiva (1319, EncDant.); it. commercio
  attivo di uno stato 'commercio di uno stato in cui
15 le esportazioni superano in valore le importazio-
  ni' (ante 1764, Algarotti, B; Garollo 1913);
  princìpi attivi 'le sostanze che, in una droga, sono
  capaci di esercitare una tipica azione fisiologica'
  (dal 1829, Tramater; B; DD); debito attivo 'cre-
20 dito' (Tramater 1829; VocUniv. 1845); it. medi-
  cina attiva 'medicina in cui si adoperano mezzi
  proprii a far cessare le malattie' ib.; malattia attiva
  'malattia che ha per ispeciale indizio l'accresci-
  mento di movimenti vitali' ib.; rimedio attivo
25 'rimedio che produce effetti non equivoci' ib.; it.
  sensazione attiva 'sensazione che si forma per
  mezzo di un organo, il quale sia volto dall'atten-
  zione verso l'oggetto che la fa nascere' ib.; e' non
  sa fare il latino che per gli attivi 'chi non sa variare
30 il suo parlare' ib.; musica attiva 'una delle divi-
  sioni dell'antica musica' VocUniv. 1845; servizio
  attivo 'stato dell'impiegato in servizio; anche di
  mezzi di trasporto pubblici in funzione' (dal
  1865, TB; Acc. 1941; B; DD); avere parte attiva
35 in un'impresa 'esercitarvi una funzione impor-
  tante, sicura' (dal 1865, TB; Acc. 1941; B; DD);
  principio attivo 'elemento perfezionante' (TB
  1865; Garollo 1913); partita attiva 'il complesso
  delle attività di un'azienda' Garollo 1913; organi
40 attivi 'i muscoli' ib.; impresa attiva 'azienda,
  impresa i cui redditi, oltre che coprire le spese,
  danno un utile più o meno ampio all'imprendito-
  re' (dal 1923, Panzini; B; DD); mettere, segnare
  all'attivo, al proprio attivo 'valutare come vantag-
45 gio per sé; ascrivere a proprio merito, far valere
  come qualità; annoverare, vantare' (dal 1923,
  Panzini; Acc. 1941; B; DD); intelletto attivo
  'intelletto agente' B 1961; scuola attiva 'scuola
  dove si dà gran parte all'attività spontanea del
50 fanciullo' (dal 1961, B; DD); sostanza ottica-
  mente attiva 'sostanza che ha la proprietà di far
  rotare il piano di polarizzazione di una luce pola-
  rizzata che l'attraversi' B 1961; strato attivo 'la
  superficie di separazione fra metallo e scoria' ib.

[Bd. 1, Sp. 486]

  Avv.: it. attivamente 'in atto, in forma attiva'
  (sec. XIV, Ottimo, B; ante 1647, Torricelli, B); ~
  '(verbo) all'attivo, in forma attiva' (1525,
  Bembo, B — ante 1565, Varchi, B; Rigutini-Fan-
5 fani 1893; Garollo 1913); ~ 'in modo attivo,
  operoso; con intensità' (dal 1806, Crusca; TB;
  Acc. 1941; B; DD).
  Superl.: it.a. attivissimo agg. (ante 1565, Varchi,
  B); it. ~ 'che ha la capacità di operare, che agisce'
10 (ante 1730, Vallisneri, TB — Acc. 1941; B; Pi-
  ras); attivissimamente avv. 'in modo attivissimo'
  (Tramater 1829 — TB 1865).
  
 
  Agg.sost.: it.a. attivo m. 'forza attiva, potere'
15 (sec. XIV, Ottimo, Tramater); ~ 'attività pratica'
  (ante 1499, Ficino, B; ante 1563, Gelli, TB); ~
  'piccolo crostaceo europeo agilissimo indetermi-
  nato e che appartiene ai pterigibranchii di Lin-
  neo' VocUniv. 1845; ~ 'complesso dei beni eco-
20 nomici in possesso di un'azienda in un momento
  determinato; la sezione del bilancio in cui si
  iscrivono gli elementi attivi del patrimonio di
  un'azienda' (dal 1845, VocUniv.; Acc. 1941; B;
  DD); ~ 'le forme attive del verbo' (dal 1865,
25 TB; Acc. 1941; B; DD); ~ 'riunione degli attivisti'
  (1951, MenariniProfili 16); ~ 'organo di associa-
  zioni politiche o sindacali formato dagli elementi
  che hanno la responsabilità dell'attuazione delle
  varie attività' DD 1974.
30 Sintagmi e locuzioni: la prima degli attivi 'quella
  cosa che in una data disciplina va imparata la
  prima' (“famil.” Rigutini-Fanfani 1893), tosc.
  ~ FanfaniUso; it. inscrivere all'attivo, avere all'at-
  tivo 'avere a proprio vantaggio' Acc. 1941.
35 It. attiva f. 'facoltà attiva dell'operare' TB 18651;
  ~ 'una delle divisioni dell'antica musica, secon-
  do Aristotele' TB 1865.
  
 
  Derivati
40 It. attivare v.tr. 'rendere attivo; dare, provocare
  attività; mettere in azione' (dal 1798, Benincasa,
  Zolli 100; TB; Acc. 1941; B; DD)2, gen. attivâ
  Casaccia, mil. attivà Cherubini, parm. ativàr
  Malaspina, venez. attivàr Boerio; it. attivare
45 'smuovere, dare impulso' Acc. 1941; it. attivarsi
  v.rifl. 'mettersi in azione' (ante 1869, Cattaneo,
  B; 1953, Pea, B); it. attivato agg. 'reso attivo,

[Bd. 1, Sp. 487]

  messo in azione' (dal 1869, Cattaneo, B; DD). —
  Cal.merid. (Pizzo) ntivari v.intr. 'accelerare la
  remata' NDC.
  It. attivazione f. 'l'attivare, il rendere attivo,
5 operante' (dal 1798, V.Monti, DELI; Rosiel-
  lo,LN 18,15; Acc. 1941; B; DD)3, venez. ativa-
  ziòn Boerio; it. attivazione 'processo mediante il
  quale si potenzia la capacità di reazione delle
  molecole di un sistema' (dal 1932, EncIt. 15,777,
10 DELI; B; DD); ~ 'fase iniziale del processo di
  fecondazione' B 1961; ~ 'processo mediante il
  quale, usando particolari sostanze, si cerca di
  attivare focolai morbosi o malattie latenti a scopo
  diagnostico o terapeutico' ib; it. energia di attiva-
15 zione 'il calore necessario per mettere le molecole
  in grado di reagire' ib.
  It. attivatore m. 'chi attiva, mette in azione' (dal
  1913, Garollo; B; DD), attivatrice f. 'id.' B 1961;
  attivatore m. 'sostanza capace di rendere più
20 intensa e rapida l'attività di un catalizzatore' (dal
  1961, B; DD); ~ agg. 'chi attiva, mette in azione'
  B 1961.
  
 
  It. riattivare v.tr. 'far tornare nuovamente attivo,
25 rimettere in attività, far funzionare di nuovo' (dal
  1872, TB; DD), sic. riattivari (1868, Traina);
  riattivato agg. 'rimesso in attività' Rigutini-Fan-
  fani 1893. — It. riattivazione f. 'l'azione, l'opera-
  zione di riattivare; il fatto di venire riattivato' DD
30 1974.
  
 
  It. disattivare v.tr. 'rendere inattivo, non funzio-
  nante, incapace di agire per un dato fine o di
  produrre un effetto' (dal 1937, DizMarina, B;
35 DD); disattivato agg. 'reso inattivo, incapace di
  funzionare' B 1966. — It. disattivazione f. 'il
  disattivare' ib.
  
 
  in-: it. inattivo agg. 'inerte, statico; passivo' (ante
40 1788, Filangieri, B — 1918, Ardigò, B; TB),
  venez. inativo Boerio; it. inattivo agg. 'che non dà
  rendita, che non è fruttifero; improduttivo'
  (1789, Paoletti, B; ante 1823, Cuoco, B); ~
  'trascorso nell'ozio, nella noia' (1832, Leopardi,
45 B); ~ 'che non agisce, che non s'impegna in un'at-
  tività; inoperoso, ozioso' (dal 1869, TB; B; DD);
  ~ 'che non si esplica attivamente' (ante 1952,
  Barilli, B; 1953, Landolfi, B); ~ 'che ha cessato la
  propria attività, messo nelle condizioni di non
50 funzionare' (dal 1972, B; DD); ~ 'che ha perduto
  o che è privo della proprietà di dar luogo a rea-

[Bd. 1, Sp. 488]

  zioni chimiche' (dal 1972, B; DD); otticamente
  inattivo 'di una sostanza incapace di far ruotare il
  piano di polarizzazione di una luce polarizzata' B
  1972; vulcano inattivo 'vulcano che non è in fase
5 di eruzione' (dal 1972, B; DD). — Avv.: it. inatti-
  vamente 'in modo inattivo' DD 1974.
  It. inattivare v.tr. 'rendere inattivo, disattivare'
  (dal 1972, B; DD). — It. inattivante agg. 'che
  rende inattivo' B 1972. — It. inattivazione f. 'il
10 rendere inattivo; disattivazione' ib.; ~ 'processo
  mediante il quale viene distrutto l'effetto tossico
  di una tossina o di un germe al fine di conservarne
  le proprietà utili a scopi terapeutici' ib.; ~ 'distru-
  zione del complemento di un siero, mediante
15 riscaldamento a 56° C' ib.
  
 
  retro-: it. retroattivo agg. 'che ha efficacia ed
  effetto anche per il passato, per un tempo ante-
  riore' (dal 1796, Zolli,LN 25,15; TB; Alessio,
20 AAPontaniana 17; DD), retrattivo Tramater
  18354. — Avv.: it. retroattivamente 'in modo, con
  valore retroattivo' DD 1974.
  
 
  Composto:
25 radio-: it. radioattivo agg. 'di radioattività,
  relativo alla radioattività; che presenta radioatti-
  vità' (dal 1904, Alessio,AAPontaniana 17; DD).
  — It. radioattivare v.tr. 'passare una sostanza
  medicamentosa sotto l'azione del radio per pro-
30 curarle una grande potenza di penetrazione nei
  tessuti del corpo umano' Garollo 1927. — It.
  radioattivazione f. 'l'azione e l'operazione di
  rendere radioattivi elementi e materiali di per sé
  privi di radioattività' DD 1974.
  
 
  2.a. Sic.a. activu (sec. XIV, VangeloPalumbo;
  1380 ca., LibruBruni).
  
 
  2.b. It.a. attive avv. 'attivamente (ante 1492,
40 LorenzoMedici, Crusca 1691).
  
 
  III.1. Sintagma: it. voce attiva 'facoltà d'eleg-
  gere a un ufficio pubblico' (Crusca 1806 — TB
  1865)6, gen. vōxe attiva Casaccia.
  
 
  2. It. attivismo m. 'l'azione incessante delle
  forze interne del globo nella formazione della

[Bd. 1, Sp. 489]

  crosta di questo' Garollo 19137; ~ 'forma di vita
  programmaticamente rivolta all'azione; tendenza
  a porre nell'attività ogni valore' (dal 1909, B.
  Varisco, DELI; B; Acc. 1941; 1951, Menarini-
5 Profili 16; DD); ~ 'dottrina che pone quale ori-
  gine e fine della moralità l'attività dell'individuo e
  il bisogno di esplicarla in tutta la sua ampiezza e
  intensità' (dal 1961, B; DD)8; ~ 'attività propa-
  gandistica degli attivisti di un partito' (dal 1961,
10 B; DD)9, ~ 'attività intensa' (1980, Zamboni).
  B. piem. (vercell.) antivìst agg. 'intelligente,
  pieno di iniziativa' Argo; it. attivista m. e f. 'chi
  pone nell'azione ogni valore della vita; chi so-
  stiene la dottrina filosofica dell'attivismo' (dal
15 1948, MenariniProfili 16; B; DD); ~ m. 'agitatore
  politico, propagandista' (dal 1951, MenariniPro-
  fili, DELI; B; DD)10, ~ f. 'agitatrice politica,
  propagandista' (dal 1961, B; DD).
  It. attivistico agg. 'che concerne l'attivismo' (dal
20 1931, Panzini, DELI; B; DD).
  It. attivizzare v.tr. 'rendere politicamente o
  sindacalmente più attivo un gruppo di persone'
  (dal 1963, MiglioriniPanziniApp.; Zingarelli
  1970).
  
 
  L'it. attivo (fr. actif, spagn., port. activo, rum.
  actív) è prestito dal lat. ACTIVUS (usato nel
  sign. filos. come antonimo di CONTEMPLATI-
  VUS e nel sign. generale in opposizione con
30 PASSIVUS, poi anche nel sign.gramm.). Sotto
  II.1. sono elencate le voci dotte con sintagmi e
  deriv., sotto 2. i latinismi (2.a. lat. grafico, 2.b.
  l'hapax legomenon, dal lat. ACTIVE). L'it. voce
  attiva (III.1.) e attivismo/attivista sono prestiti
35 novecenteschi dal francese (III.2.).
  
 
  DEI 356, 1325, 1977 seg., 3216, 3236; Prati 76,
  809; DELI 1,87 seg.; VDSI 1, 333; FEW 24,
  115. — Holtus.
  
 
  LEI actio, LEI agere, radius, reagere, retroagere,
  transactio

[Bd. 1, Sp. 490]

 
Artikelverweis 
actor 'attore, esecutore, avvocato'

  
 
  II.1. It.a. atore m. 'esecutore' (sec. XIII, Da-
  vanzatiMenichetti), attore m. 'chi agisce, facitore'
5 (sec. XIV, Ottimo, Crusca 1612), sic.a. actori
  'autore' (1358, SimLentiniRossi); it. attore 'chi
  agisce in giudizio, promuovendo un'azione legale
  contro altri' (dal 1388, GiovCelle, B; TB; DD),
  it.a. actore (ante 1494, BoiardoMengaldo)1,
10 lecc.a. ~ (1496—1499, D'Elia), gen. attô Casaccia,
  Tuenno atór Quaresima, sic. atturi Traina; it.a.
  attore m. 'chi muove guerra' (ante 1540, Guic-
  ciardini, B); it. ~ 'intendente dei beni presso i
  Romani; fattore generale' VocUniv. 1845.
  
 
  Derivati: it.a. attorìa f. 'amministrazione' (ante
  1444, G.Morelli, Tramater; sec. XV, Giov.
  Cavalcanti, B)2.
  It. attrice f. 'operatrice, effettrice' (Tramater
20 1829; VocUniv. 1845); it. (la parte) attrice agg.
  '(la parte) che agisce in giudizio' TB 1865.
  It. attorio agg. 'proprio dell'attore, di colui che
  agisce in giudizio' B 19613.
  
 
25 2. It. attore m. 'chi recita, chi interpreta una
  parte (in teatro, ecc.)' (prima metà del sec. XIV,
  Cicerone volg., B; seconda metà del sec. XIV,
  SAgostino volg., Tramater 1829; dal 1598,
  Florio; TB; Acc. 1941; B; DD), gen. attô Casac-
30 cia, parm. atòr Malaspina, rover. attor Azzolini,
  sic. atturi (Traina; Piccitto); it. attore m. 'chi
  prende parte attiva alle vicende della vita reale;
  protagonista' (dal 1742, Manni, B; TB; Acc.
  1941; DD); ~ 'chi si comporta come se recitasse;
35 simulatore; commediante; chi esplica una parte'
  (dal 1865, TB; B; DD).
  
 
  Derivati: it. attrice f. 'colei che recita, che inter-
  preta una parte (in teatro, ecc.)' (dal 1825, Pa-
40 nanti, B; TB; Acc. 1941; DD)4; it. attricetta f.
  'attrice da poco' (“spreg.” DD 1974); pis. attora
  f. 'attrice' Malagoli.
  It. attorello m. 'attore di poco conto' (dal 1865,
  TB; B; DD); it. attorino m. 'attore' (“vezz.” TB
45 1865; B); it. attoraccio m. 'attore di poco valore'

[Bd. 1, Sp. 491]

  TB 1865; it. attoruccio m. 'id.' (dal 1865, TB; B;
  DD); it. attorùcolo m. 'id.' DD 1974.
  
 
  Il lat. ACTOR 'esecutore, avvocato' (fr. acteur,
5 spagn., port. actor, rum. actor) è dapprima atte-
  stato nell'it. come voce dotta nel significato
  giurid., ammin. o generale (II.1.). Nel sign.
  drammatico e teatr. (II.2.) non è conosciuto dal
  lat. (cfr. il fr. acteur in questo sign., dal 1664,
10 Molière, FEW 24,117).
  
 
  DEI 357; DELI 1,88; FEW 24,116. — Holtus.
  
 
  LEI actuarius, reagere
  
 
 
Artikelverweis 
actualis 'attuale, che è in atto'
  
 
  II.1. It. attuale agg. 'che è in atto; effettivo,
  reale' (1308 ca., EncDant.; 1354, Passavanti, B;
  sec. XIV, EsposSalmi, Crusca 1806; dal 1535,
  Leone Ebreo, B; TB; DD), sic.a. actuali (sec.
25 XIV, VangeloPalumbo), piem. atual DiSant'Al-
  bino, bol. atual Coronedi, sic. attuali Traina,
  piazz. attuáu Roccella; it. attuale 'che opera
  immediatamente, non appena viene applicato
  (ferro o cauterio)' (ante 1698, Redi, B; Tramater
30 1829 — Acc. 1941); ~ 'che varia col tempo, relati-
  vamente all'istante di cui si parla' (dal 1961, B;
  DD).
  Sintagmi: it. peccato attuale 'peccato che viene
  commesso volontariamente, contro la volontà di
35 Dio' (1305, GiordPisa, B; 1354, Passavanti, B;
  dal 1623, Crusca; Acc. 1941; B; DD), piem. pecà
  atual DiSant'Albino; it. grazia attuale 'grazia che
  precede, segue, accompagna la grazia abituale ma
  è da essa distinta' (1657, Pallavicino, B; 1673,
40 Segneri, B; TB; dal 1893, Rigutini-Fanfani; DD),
  piem. grassia atual DiSant'Albino. — It. energia
  attuale 'energia dei corpi in movimento' Garollo
  1913. — It. idealismo attuale 'attualismo' (dal
  1926, Gobetti, B; DD).
45 Avv.: it. attualmente 'in atto; realmente, effetti-
  vamente' (dal 1325 ca., Esopo volg., TB; Acc.
  1941; B), piem. atualment DiSant'Albino, bol.
  atualmêint Coronedi; it. attualmente 'in quel dato
  momento; allora' (ante 1698, Redi, B — 1881,
50 Arlìa, B)1, bol. atualmêint Coronedi, sic. attual-
  menti Traina.

[Bd. 1, Sp. 492]

  Superl.: it. attualissimo agg. 'molto attuale' TB
  1865.
  
 
  Derivati
5 It.a. attualitade f. 'virtù attiva, attività' (1308,
  EncDant., TB, B), it. attualitate (Crusca 1691 —
  Crusca 1863), it. attualità (Crusca 1691 — Crusca
  1863); it.a. ~ 'disposizione, attitudine al peccato'
  (1325 ca., Esopo volg., B); it. ~ 'l'essere in atto;
10 effettività, realtà, consistenza' (1580, Marcellino,
  B — Veneroni 1681; dal 1865, TB; B; DD).
  It. attualismo m. 'dottrina filosofica per la quale
  ogni realtà viene ridotta a spirito' (dal 1926,
  Gobetti, B; Acc. 1941; DD). — It. attualista m. e f.
15 'seguace dell'attualismo' (dal 1961, B; DD). — It.
  attualistico agg. 'che concerne l'attualismo' (dal
  1961, B; DD). — Avv.: it. attualisticamente 'in
  senso attualistico' DD 1974.
  It. inattuale agg. 'che non è in atto, che non è
20 pienamente reale' (1931, Gentile, B). — It. inat-
  tualità f. 'il non essere in atto, il non essere piena-
  mente reale' ib.
  
 
  III.1. It. attuale agg. 'che accade nel momento
25 presente; che seguita a destare interesse' (dal
  1771, D'AlbertiVillanuova, Zolli, MIVen. 35,
  166; Rosiello, LN 18,15; TB; B; DD)2, piem.
  atual DiSant'Albino, bol. ~ Coronedi, faent.
  atuvêl Morri, venez. attual (1771, Zolli, MIVen.
30 35,12, 166).
  Avv.: it. attualmente 'nel momento presente; ora,
  adesso' (dal 1673, Segneri, Man.; PoggiMagalot-
  ti,Acme 14,35; TB; Acc. 1941; B; Hope 378;
  DD), piem. atualment DiSant'Albino, bol. atual-
35 mêint Coronedi, faent. atuvelment Morri.
  
 
  Derivato: it. inattuale agg. 'che manca di attua-
  lità; che non è adeguato o conforme o rispon-
  dente alle condizioni o alle necessità del momen-
40 to' (dal 1932, Croce, B; DD).
  
 
  2.a. It. (adattarsi all')attualita f. 'tempo pre-
  sente' (1855, Ugolini, DELI)3, piem. atualità 'lo

[Bd. 1, Sp. 493]

  stato presente d'una cosa' DiSant'Albino; it.
  attualità di servizio 'in atto di servizio' TB 1865.
  Sintagma: it. nell'attualità 'al presente, presente-
  mente' (“da riprovarsi” Rigutini-Fanfani 1893).
  
 
  2.b. It. attualità (d'infallibilità) f.pl. 'fatti che
  si producono nel tempo presente' (1872, Ali-
  prandiCarducci,AMAPat. 71,96)4, attualità f.
  'capacità di interessare, di appassionare; l'essere
10 tuttora vivo e moderno' (1881, Arlìa, B — ante
  1939, Panzini, B; Hope 378), ~ pl. 'cose giorna-
  liere, presenti' (“vizioso” Rigutini-Fanfani 1893;
  Panzini 1923), gen. attualitae f. 'tutto ciò che
  corre in giornata' Casaccia.
15 Derivato: it. inattualità f. 'l'essere inattuale' (dal
  1964, Soffici, B; DD).
  
 
  2.c. It. attualità f. 'avvenimento, o serie di
  avvenimenti recentissimi; documentario cinema-
20 tografico dedicato alla cronaca dei fatti del gior-
  no' (dal 1931, Migliorini, VR 2,269; B; DD)5.
  
 
  3. It. attualismo m. 'teoria secondo la quale i
  fenomeni geologici nei tempi remoti non si diver-
25 sificano sostanzialmente da quelli che si consta-
  tano nell'età presente' B 19616.
  
 
  4. It. attualizzare v.tr. 'rendere attuale un
  problema, una questione' (1965, Garzanti,
30 DELI)7.
  
 
  Il lat. tardo ACTUALIS 'che è in atto, effettivo'
  sopravvive come voce dotta nell'it. attuale (fr.
  actuel, spagn., port. actual, rum. actual) (II.1.). I
35 prestiti recenti dal fr. actuel nel significato di
  'presente' (III.1.) sono per caso attestati prima
  nella forma dell'avverbio, poi nella forma agget-
  tivale (e così anche nel fr., cfr. N.1). It. attualità
  (2.), attualismo (3.) e attualizzare (4.) sono pre-
40 stiti francesi dell'Ottocento e del Novecento.
  
 
  DEI 359 seg., 1978; DELI 1,89; FEW 24,117. —
  Holtus.

[Bd. 1, Sp. 494]

 
Artikelverweis 
actuare, 'attuare, mettere in atto'

  
 
  II.1. It. attuare v.tr. 'mettere in atto; tradurre
5 in realtà' (dal 1420, Saviozzo,DELI; TB; Acc.
  1941; B; DD), sen.a. ~ (inizio del sec. XV, Sim-
  SerdiniPasquini), gen. attuâ Casaccia, vic. atuare
  Pajello, sic. attuari Traina, piazz. attuè Roccella;
  it. attuare 'dissolvere, stemprare' (ante 1698,
10 Redi, B).
  It. attuarsi v.rifl. 'applicarsi con impegno' (1673,
  Segneri, Tramater 1829 — 1679, Segneri, B); ~
  'rendersi atto, mettersi in condizione di poter fare
  una data cosa' (1673, Segneri, TB; ante 1676,
15 Dati, B); ~ 'ridursi all'atto' (1823, Cesari, Man. —
  Rigutini-Fanfani 1893); ~ 'realizzarsi, effettuarsi,
  venire in atto' (1929, Croce, B — 1931, Gentile,
  B).
  
 
20 Derivati: it. attuato agg. 'disposto; adatto' (1550,
  Vasari, B; 1686, Segneri, TB); ~ 'messo in atto,
  tradotto in realtà' (ante 1565, Varchi, TB — ante
  1938, D'Annunzio, B); ~ 'adattato' (“raro”
  B 1961); attuatissimo agg. 'molto attuato' TB
25 1865. — It. attuante agg. 'che attua, mette in
  opera' (1765, C.Mei, B). — Corso (balan.) attuìtu
  agg. 'attuato; ben ordinato, ben disposto' Al-
  fonsi.
  It. attuazione f. 'effettuazione, realizzazione
30 aperta e visibile' (ante 1642, Galilei, TB); ~
  'attualità' (1653, D.Bartoli, Man. 1859; 1823,
  Cesari, Man.; VocUniv. 1845); ~ 'applicazione
  intensa' (1661, D.Bartoli, B); ~ 'esecuzione,
  realizzazione; compimento' (dal 1673, Rucellai
35 Ricasoli, B; TB; Acc. 1941; DD). — It. attua-
  mento m. 'l'attuare, attuazione' (TB 1865; 1927,
  Del Lungo, Acc. 1941).
  It. attuatore m. 'chi attua; chi mette in atto, in
  esecuzione' (Acc. 1941; B 1961); attuatrice f. ib.;
40 attuatore agg. ib.
  It. attuabile agg. 'che si può attuare; realizzabile'
  (dal 1859 Man.; TB; Acc. 1941; B; DD), corso
  (Èvisa) attuábule Ceccaldi (s.v. attu), sic. attuàb-
  bili Traina, piazz. attuabu Roccella; it. attuabilis-
45 simo agg. 'molto attuabile' TB 1865. — It. attuabi-
  lità f. 'capacità di attuarsi; possibilità di essere
  attuato o di attuare' (dal 1865, TB; Acc. 1941; B;
  DD).
  
 
50 Con prefissi
  dis-: it. disattuare v.tr. 'togliere l'atto; annul-
  lare, neutralizzare; isolare' (ante 1642, Galilei,
  B); disattuato agg. 'annullato; isolato' Crusca
  1882.

[Bd. 1, Sp. 495]

  in-: it. inattuabile agg. 'che non si può attuare,
  mettere in pratica; che è di impossibile esecu-
  zione; irrealizzabile' (dal 1869, TB; B; DD); ~ m.
  'che non si può attuare' (1931, Piovene, B; 1932,
5 Croce, B). — It. inattuabilità f. 'condizione di ciò
  che è inattuabile; impossibilità di essere attuato;
  irrealizzabilità' (dal 1869, TB; B; DD). — It.
  inattuato agg. 'che non è stato attuato, messo in
  pratica; irrealizzato' (1920, Croce, B; 1960, Luzi,
10 B).
  
 
  Prestito dal lat.scol. ACTUARE (fr.mod. actuer,
  spagn., port. actuar).
  
 
15 DEI 360, 1325; DELI 1,89; FEW 24, 117. —
  Holtus.
  
 
  LEI actus
  
 
 
Artikelverweis 
actuarius 'attuario'
  
 
25 II.1. It. attuario m. 'cancelliere, notaio degli
  atti giudiziali presso le antiche corti di giustizia'
  (ante 1580, V.Borghini, B — Garollo 1913; TB),
  spell.a. ~ (1547, Ambrosini,ID 26,73), piem.
  atuari (PipinoRacc. 1; DiSant'Albino), breg.
30 atuari (VDSI 1,336), faent. atuvèri Morri, rover.
  attuarj Azzolini, sic. attuáriu Traina; it. attuario
  'ufficiale di polizia' (ante 1854, Pellico, LN
  14,50).
  Sintagma: it. nave attuaria 'antica nave da tra-
35 sporto romana, con un solo ordine di remi e una
  sola vela' (1614, Pantera, TB; Tramater 1829 — B
  1961)1.
  
 
  Derivati: it. attuariato m. 'l'ufficio di attuario'
40 (1734, Fagiuoli, B; Man. 1859), sic. attuariatu
  Traina. — It. attuariale agg. 'relativo alla pro-
  fessione dell'attuario' Acc. 1941. — Piem. atua-
  rìa f. 'attoria; luogo ed ufficio degli attuarii'
  DiSant'Albino.
  
 
  2. It. attuario m. 'nell'esercito imperiale ro-
  mano l'ufficiale incaricato dell'approvvigiona-
  mento e della registrazione delle operazioni
  militari; scrivano che raccoglie gli atti pubblici del
50 senato e delle assemblee popolari' (Tramater

[Bd. 1, Sp. 496]

  1829 — B 1961; TB); ~ 'scrittura di atti pubblici
  presso i Romani' Acc. 1941.
  
 
  III.1. It. attuario m. 'compilatore di statisti-
5 che, specialmente per assicurazioni' (dalla fine
  del sec. XIX, DEI; Acc. 1941; B; DD).
  Sintagmi: it. libro attuario 'libro di matematica
  finanziaria applicata alle rendite vitalizie' (1950,
  DEI).
  
 
  2. It. matematica attuariale 'ramo della mate-
  matica che comprende l'insieme delle sue appli-
  cazioni al meccanismo assicurativo e in partico-
  lare alle assicurazioni sulla vita umana' (dal 1912,
15 G.F.Gardenghi, DELI; Acc. 1941; B; DD); it.
  scienza attuariale 'scienza che stabilisce le basi su
  cui è fondata l'assicurazione sulla vita' Panzini
  1923.
  
 
20 Prestito dal lat. ACTUARIUS (fr. actuaire, spagn.
  actuario, port. actuário, rum. actuar) (II.1.). Sot-
  to II.2. vengono citati due latinismi semantici; i
  prestiti recenti di attuario (III.1.) e di attuaria-
  le (2.) provengono dall'ingl. actuary, tramite il
25 fr. actuaire (DEI), e dall'ingl. actuarial (1869,
  DELI).
  
 
  DEI 360; DELI 1,89; FEW 18,3. — Holtus.
  
 
30 LEI actor, LEI actus
  
 
 
Artikelverweis 
actuosus 'attuoso; attivo'
  
 
35 II.1. It. attuoso agg. 'attivo, operoso, produt-
  tivo; che si realizza in opere, in azioni' (1664,
  Pallavicino, B — ante 1938, D'Annunzio, Acc.
  1941; TB), sic. attuusu Traina; it. attuoso 'attuale
  (secondo gli attualisti)' B 1961.
40 Avv.: it. attuosamente 'attivamente, con efficacia'
  (ante 1828, Cesari, B).
  Superl.: it. attuosissimo agg. 'molto attuoso' TB
  1865; attuosissimamente avv. 'molto attuosamen-
  te' (TB 1865; B 1961).
  
 
  Derivato: it. attuosità f. 'attività continua, effi-
  cace' (TB 1865 — Acc. 1941; B).
  
 
  Prestito dal lat. ACTUOSUS (cfr. port. actuoso),
50 usato dagli scrittori cristiani.
  
 
  DEI 360; FEW 24,117. — Holtus.
  
 
 actuare, LEI actus

[Bd. 1, Sp. 497]