Wörterbuchnetz
Lessico Etimologico Italiano Bibliographische AngabenLogo adwmz
 
activitas bis actuarius (Bd. 1, Sp. 482 bis 495)
Abschnitt zurück Abschnitt vor
Artikelverweis activitas 'attività'
  
 
  II.1. It. attività f. 'potenza, capacità attiva'
  (ante 1406, Buti, B; dal 1632, Cavalieri, Crusca
  1863; TB; B), attivitate (Crusca 1691 — Crusca

[Bd. 1, Sp. 483]

  1863), it. attivitade (Crusca 1691 — Crusca 1863),
  gen. attivitae Casaccia; it. attività f. 'l'essere at-
  tivo; operosità, energia nell'operare' (dal 1643,
  Oudin; TB; Acc. 1941; B; DD), gen. attivitae
5 Casaccia, mil. attivitàa Cherubini; it. attività f. 'la
  concentrazione di soluto che è effettivamente
  interessata agli equilibri chimici esistenti in una
  soluzione' (dal 1865, TB; B; DD); it. ~ 'l'essere
  attivo (del verbo)' (“antiq.” TB 1865); ~ f.pl.
10 'enti attivi' TB 1865; ~ f. 'fase di effettiva eru-
  zione da parte d'un vulcano' (dal 1875, Lessona,
  DELI); ~ 'insieme di valori inscritti nell'attivo di
  un bilancio' (dal 1884, ArlìaGiunte, DELI; Acc.
  1941; B; DD), mil. attivitàa 'credito' Cherubini;
15 it. attività 'l'attivo di un'azienda' (dal 1893, Rigu-
  tini-Fanfani; Acc. 1941; B; DD); it. ~ 'carattere
  di ciò che è attivo in modo autonomo' (1905,
  Croce, B; 1931, Gentile, B).
  Sintagmi: it. sfera d'attività f. 'lo spazio dove si
20 rende sensibile l'azione di una forza emanante da
  un punto' (1695, Salvini, TB; TB 1865; Garollo
  1913)1; it. mettere in attività 'attivare, attuare,
  effettuare' (1796, V.Monti, DELI — 1926, Rigu-
  tini-Cappuccini, B), gen. mette in attivitae Casac-
25 cia, parm. metter in atività Malaspina, mirand. ~
  Meschieri; piem. butè en atività 'id.' (DiSant'Al-
  bino; Gavuzzi); it. porre in attività 'id.' (1802,
  ZolliLeggi, Misc. II,43); it. essere in attività 'la-
  vorare, darsi da fare, operare alacremente (di
30 persone); funzionare (di macchine); produrre a
  pieno regime (una fabbrica); essere in fase erut-
  tiva (un vulcano)' (dal 1865, TB; Acc. 1941; B;
  DD), gen. ëse in attivitae Casaccia; it. servizio
  d'attività 'attualità, atto (milit.)' (“inelegante” TB
35 1865); it. essere in attività di servizio 'nella buro-
  crazia, gli impiegati in carica' (dal 1893, Rigutini-
  Fanfani; Acc. 1941; B; DD)2; it. attività ottica
  'potere rotatorio' B 1961.
  Derivati: it. inattività f. 'condizione o stato di ciò
40 che è inattivo; mancanza di attività; sospensione
  dell'attività abituale; inerzia, passività, inopero-
  sità' (dal 1758, Cocchi, B; TB; DD); inattività
  delle parti 'causa di estinzione del processo civile'
  (1963, CodiceProceduraCivile, B).
  
 
  Composti: it. retroattività f. 'valore, effetto
  retroattivo' (dal 1891, Alessio,AAPontaniana
  17; DD)3.

[Bd. 1, Sp. 484]

  It. radioattività f. 'la proprietà e la capacità dei
  nuclei degli atomi di determinati elementi di
  emettere radiazioni corpuscolari o elettromagne-
  tiche' (dal 1904, Prati; DD).
  
 
  L'it. attività, che corrisponde al fr. activité (oc-
  cit.a. activitat), spagn. actividad, port. actividade,
  rum. activitate, è prestito dal lat. ACTIVITAS
  (nel lat. classico solamente nel significato gram-
10 maticale di 'attività del verbo', cfr. Probo 36,35 e
  40,1, nel lat. scolastico probabilmente sotto
  l'influsso di ACTIVUS anche nel significato
  generale, cfr. FEW 24,115b). Per i neologismi
  recenti (derivati e composti) è probabile un
15 influsso o una dipendenza dal linguaggio tecnico
  internazionale, in particolare dal francese.
  
 
  Prati 810; DEI 356, 1978, 3194, 3236; DELI
  1,88; FEW 24,115. — Holtus.
  
 
  LEI agere, radius, reagere
  
 
 
Artikelverweis 
activus 'attivo'
  
 
  II.1. It. attivo agg. 'che determina l'azione;
  che produce, creativo, operativo, formativo' (dal
30 1319, EncDant.; TB; B; DD), gen. ~ Casaccia,
  mugg. atíf Cavalli 136; it. attivo agg. 'che ha la
  capacità di operare, che agisce; operoso, pronto,
  risoluto all'opera' (dal 1321, Dante, B; TB; DD),
  gen.a. (mente) ativa (sec. XIV, AnonimoCocito;
35 Parodi,AGI 15,48), gen. attivo Casaccia, lig.or.
  (Val Graveglia) atvu Plomteux, atīu ib., vogher.
  atíiv Maragliano, parm. ativ Malaspina, rover.
  attif Azzolini; sic. attivu 'solerte, diligente, preci-
  so' Piccitto; it.a. attivo 'che si riferisce alla vita
40 pratica' (ante 1563, Gelli, B); it.a. ~ 'che esercita
  una funzione autonoma, che agisce liberamente,
  svolgendo una sua azione creativa e innovativa'
  (1585, Bruno, B); it. ~ 'carattere del verbo che
  indica un'azione' (dal 1400 ca., Sacchetti, B;
45 AlbertiGrammGrayson; DD), gen. ~ Casaccia; it.
  ~ 'che presenta profitti, vantaggi economici' (ante
  1712, Magalotti, TB; dal 1865, TB; Acc. 1941;
  B; DD); ~ 'di elemento o composto che presenti
  una capacità di reazioni superiori al normale' (dal
50 1893, Rigutini-Fanfani; B; DD); ~ 'detto di un
  vulcano, in fase di eruzione' (dal 1895, Garollo,
  DELI; B; DD); ~ 'che è segno di energia nell'agi-
  re, nell'operare; che nasce da prontezza risoluta
  nell'azione' (dal 1934, Palazzeschi, B; DD); ~

[Bd. 1, Sp. 485]

  'chi, nei rapporti omosessuali, esercita la funzione
  del maschio' (dal 1891, G.Maschka, DELI; B).
  
 
  Sintagmi e locuzioni: it. vita attiva (opposto a
5 vita contemplativa) 'vita dedita all'azione, al
  lavoro' (dalla seconda metà del sec. XIII, Tesoro
  volg., B; TB; Acc. 1941; DD), gen. vitta attiva
  Casaccia; it. virtù attiva 'quella virtù che regge la
  vita pratica, esprimendo le norme etiche del
10 comportamento e dell'agire' (seconda metà del
  sec. XIII, Tesoro volg., B; ante 1492, Lorenzo-
  Medici, B — Rigutini-Fanfani 1893; TB), it.a.
  virtute attiva (1319, EncDant.); it. commercio
  attivo di uno stato 'commercio di uno stato in cui
15 le esportazioni superano in valore le importazio-
  ni' (ante 1764, Algarotti, B; Garollo 1913);
  princìpi attivi 'le sostanze che, in una droga, sono
  capaci di esercitare una tipica azione fisiologica'
  (dal 1829, Tramater; B; DD); debito attivo 'cre-
20 dito' (Tramater 1829; VocUniv. 1845); it. medi-
  cina attiva 'medicina in cui si adoperano mezzi
  proprii a far cessare le malattie' ib.; malattia attiva
  'malattia che ha per ispeciale indizio l'accresci-
  mento di movimenti vitali' ib.; rimedio attivo
25 'rimedio che produce effetti non equivoci' ib.; it.
  sensazione attiva 'sensazione che si forma per
  mezzo di un organo, il quale sia volto dall'atten-
  zione verso l'oggetto che la fa nascere' ib.; e' non
  sa fare il latino che per gli attivi 'chi non sa variare
30 il suo parlare' ib.; musica attiva 'una delle divi-
  sioni dell'antica musica' VocUniv. 1845; servizio
  attivo 'stato dell'impiegato in servizio; anche di
  mezzi di trasporto pubblici in funzione' (dal
  1865, TB; Acc. 1941; B; DD); avere parte attiva
35 in un'impresa 'esercitarvi una funzione impor-
  tante, sicura' (dal 1865, TB; Acc. 1941; B; DD);
  principio attivo 'elemento perfezionante' (TB
  1865; Garollo 1913); partita attiva 'il complesso
  delle attività di un'azienda' Garollo 1913; organi
40 attivi 'i muscoli' ib.; impresa attiva 'azienda,
  impresa i cui redditi, oltre che coprire le spese,
  danno un utile più o meno ampio all'imprendito-
  re' (dal 1923, Panzini; B; DD); mettere, segnare
  all'attivo, al proprio attivo 'valutare come vantag-
45 gio per sé; ascrivere a proprio merito, far valere
  come qualità; annoverare, vantare' (dal 1923,
  Panzini; Acc. 1941; B; DD); intelletto attivo
  'intelletto agente' B 1961; scuola attiva 'scuola
  dove si dà gran parte all'attività spontanea del
50 fanciullo' (dal 1961, B; DD); sostanza ottica-
  mente attiva 'sostanza che ha la proprietà di far
  rotare il piano di polarizzazione di una luce pola-
  rizzata che l'attraversi' B 1961; strato attivo 'la
  superficie di separazione fra metallo e scoria' ib.

[Bd. 1, Sp. 486]

  Avv.: it. attivamente 'in atto, in forma attiva'
  (sec. XIV, Ottimo, B; ante 1647, Torricelli, B); ~
  '(verbo) all'attivo, in forma attiva' (1525,
  Bembo, B — ante 1565, Varchi, B; Rigutini-Fan-
5 fani 1893; Garollo 1913); ~ 'in modo attivo,
  operoso; con intensità' (dal 1806, Crusca; TB;
  Acc. 1941; B; DD).
  Superl.: it.a. attivissimo agg. (ante 1565, Varchi,
  B); it. ~ 'che ha la capacità di operare, che agisce'
10 (ante 1730, Vallisneri, TB — Acc. 1941; B; Pi-
  ras); attivissimamente avv. 'in modo attivissimo'
  (Tramater 1829 — TB 1865).
  
 
  Agg.sost.: it.a. attivo m. 'forza attiva, potere'
15 (sec. XIV, Ottimo, Tramater); ~ 'attività pratica'
  (ante 1499, Ficino, B; ante 1563, Gelli, TB); ~
  'piccolo crostaceo europeo agilissimo indetermi-
  nato e che appartiene ai pterigibranchii di Lin-
  neo' VocUniv. 1845; ~ 'complesso dei beni eco-
20 nomici in possesso di un'azienda in un momento
  determinato; la sezione del bilancio in cui si
  iscrivono gli elementi attivi del patrimonio di
  un'azienda' (dal 1845, VocUniv.; Acc. 1941; B;
  DD); ~ 'le forme attive del verbo' (dal 1865,
25 TB; Acc. 1941; B; DD); ~ 'riunione degli attivisti'
  (1951, MenariniProfili 16); ~ 'organo di associa-
  zioni politiche o sindacali formato dagli elementi
  che hanno la responsabilità dell'attuazione delle
  varie attività' DD 1974.
30 Sintagmi e locuzioni: la prima degli attivi 'quella
  cosa che in una data disciplina va imparata la
  prima' (“famil.” Rigutini-Fanfani 1893), tosc.
  ~ FanfaniUso; it. inscrivere all'attivo, avere all'at-
  tivo 'avere a proprio vantaggio' Acc. 1941.
35 It. attiva f. 'facoltà attiva dell'operare' TB 18651;
  ~ 'una delle divisioni dell'antica musica, secon-
  do Aristotele' TB 1865.
  
 
  Derivati
40 It. attivare v.tr. 'rendere attivo; dare, provocare
  attività; mettere in azione' (dal 1798, Benincasa,
  Zolli 100; TB; Acc. 1941; B; DD)2, gen. attivâ
  Casaccia, mil. attivà Cherubini, parm. ativàr
  Malaspina, venez. attivàr Boerio; it. attivare
45 'smuovere, dare impulso' Acc. 1941; it. attivarsi
  v.rifl. 'mettersi in azione' (ante 1869, Cattaneo,
  B; 1953, Pea, B); it. attivato agg. 'reso attivo,

[Bd. 1, Sp. 487]

  messo in azione' (dal 1869, Cattaneo, B; DD). —
  Cal.merid. (Pizzo) ntivari v.intr. 'accelerare la
  remata' NDC.
  It. attivazione f. 'l'attivare, il rendere attivo,
5 operante' (dal 1798, V.Monti, DELI; Rosiel-
  lo,LN 18,15; Acc. 1941; B; DD)3, venez. ativa-
  ziòn Boerio; it. attivazione 'processo mediante il
  quale si potenzia la capacità di reazione delle
  molecole di un sistema' (dal 1932, EncIt. 15,777,
10 DELI; B; DD); ~ 'fase iniziale del processo di
  fecondazione' B 1961; ~ 'processo mediante il
  quale, usando particolari sostanze, si cerca di
  attivare focolai morbosi o malattie latenti a scopo
  diagnostico o terapeutico' ib; it. energia di attiva-
15 zione 'il calore necessario per mettere le molecole
  in grado di reagire' ib.
  It. attivatore m. 'chi attiva, mette in azione' (dal
  1913, Garollo; B; DD), attivatrice f. 'id.' B 1961;
  attivatore m. 'sostanza capace di rendere più
20 intensa e rapida l'attività di un catalizzatore' (dal
  1961, B; DD); ~ agg. 'chi attiva, mette in azione'
  B 1961.
  
 
  It. riattivare v.tr. 'far tornare nuovamente attivo,
25 rimettere in attività, far funzionare di nuovo' (dal
  1872, TB; DD), sic. riattivari (1868, Traina);
  riattivato agg. 'rimesso in attività' Rigutini-Fan-
  fani 1893. — It. riattivazione f. 'l'azione, l'opera-
  zione di riattivare; il fatto di venire riattivato' DD
30 1974.
  
 
  It. disattivare v.tr. 'rendere inattivo, non funzio-
  nante, incapace di agire per un dato fine o di
  produrre un effetto' (dal 1937, DizMarina, B;
35 DD); disattivato agg. 'reso inattivo, incapace di
  funzionare' B 1966. — It. disattivazione f. 'il
  disattivare' ib.
  
 
  in-: it. inattivo agg. 'inerte, statico; passivo' (ante
40 1788, Filangieri, B — 1918, Ardigò, B; TB),
  venez. inativo Boerio; it. inattivo agg. 'che non dà
  rendita, che non è fruttifero; improduttivo'
  (1789, Paoletti, B; ante 1823, Cuoco, B); ~
  'trascorso nell'ozio, nella noia' (1832, Leopardi,
45 B); ~ 'che non agisce, che non s'impegna in un'at-
  tività; inoperoso, ozioso' (dal 1869, TB; B; DD);
  ~ 'che non si esplica attivamente' (ante 1952,
  Barilli, B; 1953, Landolfi, B); ~ 'che ha cessato la
  propria attività, messo nelle condizioni di non
50 funzionare' (dal 1972, B; DD); ~ 'che ha perduto
  o che è privo della proprietà di dar luogo a rea-

[Bd. 1, Sp. 488]

  zioni chimiche' (dal 1972, B; DD); otticamente
  inattivo 'di una sostanza incapace di far ruotare il
  piano di polarizzazione di una luce polarizzata' B
  1972; vulcano inattivo 'vulcano che non è in fase
5 di eruzione' (dal 1972, B; DD). — Avv.: it. inatti-
  vamente 'in modo inattivo' DD 1974.
  It. inattivare v.tr. 'rendere inattivo, disattivare'
  (dal 1972, B; DD). — It. inattivante agg. 'che
  rende inattivo' B 1972. — It. inattivazione f. 'il
10 rendere inattivo; disattivazione' ib.; ~ 'processo
  mediante il quale viene distrutto l'effetto tossico
  di una tossina o di un germe al fine di conservarne
  le proprietà utili a scopi terapeutici' ib.; ~ 'distru-
  zione del complemento di un siero, mediante
15 riscaldamento a 56° C' ib.
  
 
  retro-: it. retroattivo agg. 'che ha efficacia ed
  effetto anche per il passato, per un tempo ante-
  riore' (dal 1796, Zolli,LN 25,15; TB; Alessio,
20 AAPontaniana 17; DD), retrattivo Tramater
  18354. — Avv.: it. retroattivamente 'in modo, con
  valore retroattivo' DD 1974.
  
 
  Composto:
25 radio-: it. radioattivo agg. 'di radioattività,
  relativo alla radioattività; che presenta radioatti-
  vità' (dal 1904, Alessio,AAPontaniana 17; DD).
  — It. radioattivare v.tr. 'passare una sostanza
  medicamentosa sotto l'azione del radio per pro-
30 curarle una grande potenza di penetrazione nei
  tessuti del corpo umano' Garollo 1927. — It.
  radioattivazione f. 'l'azione e l'operazione di
  rendere radioattivi elementi e materiali di per sé
  privi di radioattività' DD 1974.
  
 
  2.a. Sic.a. activu (sec. XIV, VangeloPalumbo;
  1380 ca., LibruBruni).
  
 
  2.b. It.a. attive avv. 'attivamente (ante 1492,
40 LorenzoMedici, Crusca 1691).
  
 
  III.1. Sintagma: it. voce attiva 'facoltà d'eleg-
  gere a un ufficio pubblico' (Crusca 1806 — TB
  1865)6, gen. vōxe attiva Casaccia.
  
 
  2. It. attivismo m. 'l'azione incessante delle
  forze interne del globo nella formazione della

[Bd. 1, Sp. 489]

  crosta di questo' Garollo 19137; ~ 'forma di vita
  programmaticamente rivolta all'azione; tendenza
  a porre nell'attività ogni valore' (dal 1909, B.
  Varisco, DELI; B; Acc. 1941; 1951, Menarini-
5 Profili 16; DD); ~ 'dottrina che pone quale ori-
  gine e fine della moralità l'attività dell'individuo e
  il bisogno di esplicarla in tutta la sua ampiezza e
  intensità' (dal 1961, B; DD)8; ~ 'attività propa-
  gandistica degli attivisti di un partito' (dal 1961,
10 B; DD)9, ~ 'attività intensa' (1980, Zamboni).
  B. piem. (vercell.) antivìst agg. 'intelligente,
  pieno di iniziativa' Argo; it. attivista m. e f. 'chi
  pone nell'azione ogni valore della vita; chi so-
  stiene la dottrina filosofica dell'attivismo' (dal
15 1948, MenariniProfili 16; B; DD); ~ m. 'agitatore
  politico, propagandista' (dal 1951, MenariniPro-
  fili, DELI; B; DD)10, ~ f. 'agitatrice politica,
  propagandista' (dal 1961, B; DD).
  It. attivistico agg. 'che concerne l'attivismo' (dal
20 1931, Panzini, DELI; B; DD).
  It. attivizzare v.tr. 'rendere politicamente o
  sindacalmente più attivo un gruppo di persone'
  (dal 1963, MiglioriniPanziniApp.; Zingarelli
  1970).
  
 
  L'it. attivo (fr. actif, spagn., port. activo, rum.
  actív) è prestito dal lat. ACTIVUS (usato nel
  sign. filos. come antonimo di CONTEMPLATI-
  VUS e nel sign. generale in opposizione con
30 PASSIVUS, poi anche nel sign.gramm.). Sotto
  II.1. sono elencate le voci dotte con sintagmi e
  deriv., sotto 2. i latinismi (2.a. lat. grafico, 2.b.
  l'hapax legomenon, dal lat. ACTIVE). L'it. voce
  attiva (III.1.) e attivismo/attivista sono prestiti
35 novecenteschi dal francese (III.2.).
  
 
  DEI 356, 1325, 1977 seg., 3216, 3236; Prati 76,
  809; DELI 1,87 seg.; VDSI 1, 333; FEW 24,
  115. — Holtus.
  
 
  LEI actio, LEI agere, radius, reagere, retroagere,
  transactio

[Bd. 1, Sp. 490]

 
Artikelverweis 
actor 'attore, esecutore, avvocato'

  
 
  II.1. It.a. atore m. 'esecutore' (sec. XIII, Da-
  vanzatiMenichetti), attore m. 'chi agisce, facitore'
5 (sec. XIV, Ottimo, Crusca 1612), sic.a. actori
  'autore' (1358, SimLentiniRossi); it. attore 'chi
  agisce in giudizio, promuovendo un'azione legale
  contro altri' (dal 1388, GiovCelle, B; TB; DD),
  it.a. actore (ante 1494, BoiardoMengaldo)1,
10 lecc.a. ~ (1496—1499, D'Elia), gen. attô Casaccia,
  Tuenno atór Quaresima, sic. atturi Traina; it.a.
  attore m. 'chi muove guerra' (ante 1540, Guic-
  ciardini, B); it. ~ 'intendente dei beni presso i
  Romani; fattore generale' VocUniv. 1845.
  
 
  Derivati: it.a. attorìa f. 'amministrazione' (ante
  1444, G.Morelli, Tramater; sec. XV, Giov.
  Cavalcanti, B)2.
  It. attrice f. 'operatrice, effettrice' (Tramater
20 1829; VocUniv. 1845); it. (la parte) attrice agg.
  '(la parte) che agisce in giudizio' TB 1865.
  It. attorio agg. 'proprio dell'attore, di colui che
  agisce in giudizio' B 19613.
  
 
25 2. It. attore m. 'chi recita, chi interpreta una
  parte (in teatro, ecc.)' (prima metà del sec. XIV,
  Cicerone volg., B; seconda metà del sec. XIV,
  SAgostino volg., Tramater 1829; dal 1598,
  Florio; TB; Acc. 1941; B; DD), gen. attô Casac-
30 cia, parm. atòr Malaspina, rover. attor Azzolini,
  sic. atturi (Traina; Piccitto); it. attore m. 'chi
  prende parte attiva alle vicende della vita reale;
  protagonista' (dal 1742, Manni, B; TB; Acc.
  1941; DD); ~ 'chi si comporta come se recitasse;
35 simulatore; commediante; chi esplica una parte'
  (dal 1865, TB; B; DD).
  
 
  Derivati: it. attrice f. 'colei che recita, che inter-
  preta una parte (in teatro, ecc.)' (dal 1825, Pa-
40 nanti, B; TB; Acc. 1941; DD)4; it. attricetta f.
  'attrice da poco' (“spreg.” DD 1974); pis. attora
  f. 'attrice' Malagoli.
  It. attorello m. 'attore di poco conto' (dal 1865,
  TB; B; DD); it. attorino m. 'attore' (“vezz.” TB
45 1865; B); it. attoraccio m. 'attore di poco valore'

[Bd. 1, Sp. 491]

  TB 1865; it. attoruccio m. 'id.' (dal 1865, TB; B;
  DD); it. attorùcolo m. 'id.' DD 1974.
  
 
  Il lat. ACTOR 'esecutore, avvocato' (fr. acteur,
5 spagn., port. actor, rum. actor) è dapprima atte-
  stato nell'it. come voce dotta nel significato
  giurid., ammin. o generale (II.1.). Nel sign.
  drammatico e teatr. (II.2.) non è conosciuto dal
  lat. (cfr. il fr. acteur in questo sign., dal 1664,
10 Molière, FEW 24,117).
  
 
  DEI 357; DELI 1,88; FEW 24,116. — Holtus.
  
 
  LEI actuarius, reagere
  
 
 
Artikelverweis 
actualis 'attuale, che è in atto'
  
 
  II.1. It. attuale agg. 'che è in atto; effettivo,
  reale' (1308 ca., EncDant.; 1354, Passavanti, B;
  sec. XIV, EsposSalmi, Crusca 1806; dal 1535,
  Leone Ebreo, B; TB; DD), sic.a. actuali (sec.
25 XIV, VangeloPalumbo), piem. atual DiSant'Al-
  bino, bol. atual Coronedi, sic. attuali Traina,
  piazz. attuáu Roccella; it. attuale 'che opera
  immediatamente, non appena viene applicato
  (ferro o cauterio)' (ante 1698, Redi, B; Tramater
30 1829 — Acc. 1941); ~ 'che varia col tempo, relati-
  vamente all'istante di cui si parla' (dal 1961, B;
  DD).
  Sintagmi: it. peccato attuale 'peccato che viene
  commesso volontariamente, contro la volontà di
35 Dio' (1305, GiordPisa, B; 1354, Passavanti, B;
  dal 1623, Crusca; Acc. 1941; B; DD), piem. pecà
  atual DiSant'Albino; it. grazia attuale 'grazia che
  precede, segue, accompagna la grazia abituale ma
  è da essa distinta' (1657, Pallavicino, B; 1673,
40 Segneri, B; TB; dal 1893, Rigutini-Fanfani; DD),
  piem. grassia atual DiSant'Albino. — It. energia
  attuale 'energia dei corpi in movimento' Garollo
  1913. — It. idealismo attuale 'attualismo' (dal
  1926, Gobetti, B; DD).
45 Avv.: it. attualmente 'in atto; realmente, effetti-
  vamente' (dal 1325 ca., Esopo volg., TB; Acc.
  1941; B), piem. atualment DiSant'Albino, bol.
  atualmêint Coronedi; it. attualmente 'in quel dato
  momento; allora' (ante 1698, Redi, B — 1881,
50 Arlìa, B)1, bol. atualmêint Coronedi, sic. attual-
  menti Traina.

[Bd. 1, Sp. 492]

  Superl.: it. attualissimo agg. 'molto attuale' TB
  1865.
  
 
  Derivati
5 It.a. attualitade f. 'virtù attiva, attività' (1308,
  EncDant., TB, B), it. attualitate (Crusca 1691 —
  Crusca 1863), it. attualità (Crusca 1691 — Crusca
  1863); it.a. ~ 'disposizione, attitudine al peccato'
  (1325 ca., Esopo volg., B); it. ~ 'l'essere in atto;
10 effettività, realtà, consistenza' (1580, Marcellino,
  B — Veneroni 1681; dal 1865, TB; B; DD).
  It. attualismo m. 'dottrina filosofica per la quale
  ogni realtà viene ridotta a spirito' (dal 1926,
  Gobetti, B; Acc. 1941; DD). — It. attualista m. e f.
15 'seguace dell'attualismo' (dal 1961, B; DD). — It.
  attualistico agg. 'che concerne l'attualismo' (dal
  1961, B; DD). — Avv.: it. attualisticamente 'in
  senso attualistico' DD 1974.
  It. inattuale agg. 'che non è in atto, che non è
20 pienamente reale' (1931, Gentile, B). — It. inat-
  tualità f. 'il non essere in atto, il non essere piena-
  mente reale' ib.
  
 
  III.1. It. attuale agg. 'che accade nel momento
25 presente; che seguita a destare interesse' (dal
  1771, D'AlbertiVillanuova, Zolli, MIVen. 35,
  166; Rosiello, LN 18,15; TB; B; DD)2, piem.
  atual DiSant'Albino, bol. ~ Coronedi, faent.
  atuvêl Morri, venez. attual (1771, Zolli, MIVen.
30 35,12, 166).
  Avv.: it. attualmente 'nel momento presente; ora,
  adesso' (dal 1673, Segneri, Man.; PoggiMagalot-
  ti,Acme 14,35; TB; Acc. 1941; B; Hope 378;
  DD), piem. atualment DiSant'Albino, bol. atual-
35 mêint Coronedi, faent. atuvelment Morri.
  
 
  Derivato: it. inattuale agg. 'che manca di attua-
  lità; che non è adeguato o conforme o rispon-
  dente alle condizioni o alle necessità del momen-
40 to' (dal 1932, Croce, B; DD).
  
 
  2.a. It. (adattarsi all')attualita f. 'tempo pre-
  sente' (1855, Ugolini, DELI)3, piem. atualità 'lo

[Bd. 1, Sp. 493]

  stato presente d'una cosa' DiSant'Albino; it.
  attualità di servizio 'in atto di servizio' TB 1865.
  Sintagma: it. nell'attualità 'al presente, presente-
  mente' (“da riprovarsi” Rigutini-Fanfani 1893).
  
 
  2.b. It. attualità (d'infallibilità) f.pl. 'fatti che
  si producono nel tempo presente' (1872, Ali-
  prandiCarducci,AMAPat. 71,96)4, attualità f.
  'capacità di interessare, di appassionare; l'essere
10 tuttora vivo e moderno' (1881, Arlìa, B — ante
  1939, Panzini, B; Hope 378), ~ pl. 'cose giorna-
  liere, presenti' (“vizioso” Rigutini-Fanfani 1893;
  Panzini 1923), gen. attualitae f. 'tutto ciò che
  corre in giornata' Casaccia.
15 Derivato: it. inattualità f. 'l'essere inattuale' (dal
  1964, Soffici, B; DD).
  
 
  2.c. It. attualità f. 'avvenimento, o serie di
  avvenimenti recentissimi; documentario cinema-
20 tografico dedicato alla cronaca dei fatti del gior-
  no' (dal 1931, Migliorini, VR 2,269; B; DD)5.
  
 
  3. It. attualismo m. 'teoria secondo la quale i
  fenomeni geologici nei tempi remoti non si diver-
25 sificano sostanzialmente da quelli che si consta-
  tano nell'età presente' B 19616.
  
 
  4. It. attualizzare v.tr. 'rendere attuale un
  problema, una questione' (1965, Garzanti,
30 DELI)7.
  
 
  Il lat. tardo ACTUALIS 'che è in atto, effettivo'
  sopravvive come voce dotta nell'it. attuale (fr.
  actuel, spagn., port. actual, rum. actual) (II.1.). I
35 prestiti recenti dal fr. actuel nel significato di
  'presente' (III.1.) sono per caso attestati prima
  nella forma dell'avverbio, poi nella forma agget-
  tivale (e così anche nel fr., cfr. N.1). It. attualità
  (2.), attualismo (3.) e attualizzare (4.) sono pre-
40 stiti francesi dell'Ottocento e del Novecento.
  
 
  DEI 359 seg., 1978; DELI 1,89; FEW 24,117. —
  Holtus.

[Bd. 1, Sp. 494]

 
Artikelverweis 
actuare, 'attuare, mettere in atto'

  
 
  II.1. It. attuare v.tr. 'mettere in atto; tradurre
5 in realtà' (dal 1420, Saviozzo,DELI; TB; Acc.
  1941; B; DD), sen.a. ~ (inizio del sec. XV, Sim-
  SerdiniPasquini), gen. attuâ Casaccia, vic. atuare
  Pajello, sic. attuari Traina, piazz. attuè Roccella;
  it. attuare 'dissolvere, stemprare' (ante 1698,
10 Redi, B).
  It. attuarsi v.rifl. 'applicarsi con impegno' (1673,
  Segneri, Tramater 1829 — 1679, Segneri, B); ~
  'rendersi atto, mettersi in condizione di poter fare
  una data cosa' (1673, Segneri, TB; ante 1676,
15 Dati, B); ~ 'ridursi all'atto' (1823, Cesari, Man. —
  Rigutini-Fanfani 1893); ~ 'realizzarsi, effettuarsi,
  venire in atto' (1929, Croce, B — 1931, Gentile,
  B).
  
 
20 Derivati: it. attuato agg. 'disposto; adatto' (1550,
  Vasari, B; 1686, Segneri, TB); ~ 'messo in atto,
  tradotto in realtà' (ante 1565, Varchi, TB — ante
  1938, D'Annunzio, B); ~ 'adattato' (“raro”
  B 1961); attuatissimo agg. 'molto attuato' TB
25 1865. — It. attuante agg. 'che attua, mette in
  opera' (1765, C.Mei, B). — Corso (balan.) attuìtu
  agg. 'attuato; ben ordinato, ben disposto' Al-
  fonsi.
  It. attuazione f. 'effettuazione, realizzazione
30 aperta e visibile' (ante 1642, Galilei, TB); ~
  'attualità' (1653, D.Bartoli, Man. 1859; 1823,
  Cesari, Man.; VocUniv. 1845); ~ 'applicazione
  intensa' (1661, D.Bartoli, B); ~ 'esecuzione,
  realizzazione; compimento' (dal 1673, Rucellai
35 Ricasoli, B; TB; Acc. 1941; DD). — It. attua-
  mento m. 'l'attuare, attuazione' (TB 1865; 1927,
  Del Lungo, Acc. 1941).
  It. attuatore m. 'chi attua; chi mette in atto, in
  esecuzione' (Acc. 1941; B 1961); attuatrice f. ib.;
40 attuatore agg. ib.
  It. attuabile agg. 'che si può attuare; realizzabile'
  (dal 1859 Man.; TB; Acc. 1941; B; DD), corso
  (Èvisa) attuábule Ceccaldi (s.v. attu), sic. attuàb-
  bili Traina, piazz. attuabu Roccella; it. attuabilis-
45 simo agg. 'molto attuabile' TB 1865. — It. attuabi-
  lità f. 'capacità di attuarsi; possibilità di essere
  attuato o di attuare' (dal 1865, TB; Acc. 1941; B;
  DD).
  
 
50 Con prefissi
  dis-: it. disattuare v.tr. 'togliere l'atto; annul-
  lare, neutralizzare; isolare' (ante 1642, Galilei,
  B); disattuato agg. 'annullato; isolato' Crusca
  1882.

[Bd. 1, Sp. 495]

  in-: it. inattuabile agg. 'che non si può attuare,
  mettere in pratica; che è di impossibile esecu-
  zione; irrealizzabile' (dal 1869, TB; B; DD); ~ m.
  'che non si può attuare' (1931, Piovene, B; 1932,
5 Croce, B). — It. inattuabilità f. 'condizione di ciò
  che è inattuabile; impossibilità di essere attuato;
  irrealizzabilità' (dal 1869, TB; B; DD). — It.
  inattuato agg. 'che non è stato attuato, messo in
  pratica; irrealizzato' (1920, Croce, B; 1960, Luzi,
10 B).
  
 
  Prestito dal lat.scol. ACTUARE (fr.mod. actuer,
  spagn., port. actuar).
  
 
15 DEI 360, 1325; DELI 1,89; FEW 24, 117. —
  Holtus.
  
 
  LEI actus
  
 
 
Artikelverweis 
actuarius 'attuario'
  
 
25 II.1. It. attuario m. 'cancelliere, notaio degli
  atti giudiziali presso le antiche corti di giustizia'
  (ante 1580, V.Borghini, B — Garollo 1913; TB),
  spell.a. ~ (1547, Ambrosini,ID 26,73), piem.
  atuari (PipinoRacc. 1; DiSant'Albino), breg.
30 atuari (VDSI 1,336), faent. atuvèri Morri, rover.
  attuarj Azzolini, sic. attuáriu Traina; it. attuario
  'ufficiale di polizia' (ante 1854, Pellico, LN
  14,50).
  Sintagma: it. nave attuaria 'antica nave da tra-
35 sporto romana, con un solo ordine di remi e una
  sola vela' (1614, Pantera, TB; Tramater 1829 — B
  1961)1.
  
 
  Derivati: it. attuariato m. 'l'ufficio di attuario'
40 (1734, Fagiuoli, B; Man. 1859), sic. attuariatu
  Traina. — It. attuariale agg. 'relativo alla pro-
  fessione dell'attuario' Acc. 1941. — Piem. atua-
  rìa f. 'attoria; luogo ed ufficio degli attuarii'
  DiSant'Albino.
  
 
  2. It. attuario m. 'nell'esercito imperiale ro-
  mano l'ufficiale incaricato dell'approvvigiona-
  mento e della registrazione delle operazioni
  militari; scrivano che raccoglie gli atti pubblici del
50 senato e delle assemblee popolari' (Tramater

[Bd. 1, Sp. 496]

  1829 — B 1961; TB); ~ 'scrittura di atti pubblici
  presso i Romani' Acc. 1941.
  
 
  III.1. It. attuario m. 'compilatore di statisti-
5 che, specialmente per assicurazioni' (dalla fine
  del sec. XIX, DEI; Acc. 1941; B; DD).
  Sintagmi: it. libro attuario 'libro di matematica
  finanziaria applicata alle rendite vitalizie' (1950,
  DEI).
  
 
  2. It. matematica attuariale 'ramo della mate-
  matica che comprende l'insieme delle sue appli-
  cazioni al meccanismo assicurativo e in partico-
  lare alle assicurazioni sulla vita umana' (dal 1912,
15 G.F.Gardenghi, DELI; Acc. 1941; B; DD); it.
  scienza attuariale 'scienza che stabilisce le basi su
  cui è fondata l'assicurazione sulla vita' Panzini
  1923.
  
 
20 Prestito dal lat. ACTUARIUS (fr. actuaire, spagn.
  actuario, port. actuário, rum. actuar) (II.1.). Sot-
  to II.2. vengono citati due latinismi semantici; i
  prestiti recenti di attuario (III.1.) e di attuaria-
  le (2.) provengono dall'ingl. actuary, tramite il
25 fr. actuaire (DEI), e dall'ingl. actuarial (1869,
  DELI).
  
 
  DEI 360; DELI 1,89; FEW 18,3. — Holtus.
  
 
30 LEI actor, LEI actus